Buona settimana dal 1° all'8 settembre 2019

Buona prima settimana di settembre a tutti.

In quest’ultimo scorcio di estate, la Liturgia ci invita a considerare il nostro posto nel mondo (qualunque “posto” sia) cercando di scegliere esattamente l’opposto di quanto la cronaca, la politica (o meglio buona parte degli uomini che se ne occupano), la società stessa ci mostrano e propongono. Ci viene chiesto di opporre alla superbia, all’orgoglio, al prestigio personale, al voler essere sempre al primo posto, l’umiltà, la mitezza, la giustizia, la gratuità e la consapevolezza di “servire” (nel senso di fare ed agire) affinchè le nostre opere siano belle, buone, vere, giuste.

L’esempio è Gesù stesso.

Questo canto ce lo richiama: SERVIRE E’ REGNARE

Ø con l’esempio di papa Francesco

Ø con immagini varie

Non pensiamo però che tutte le persone che sono chiamate a lavorare a “livelli più alti” (nelle istituzioni, nella comunità, nella chiesa, nella scuola, nella società…) corrispondano al modello negativo che spesso vediamo (essere sempre al primo posto, pretendere che tutti si uniformino al proprio punto di vista…). Esistono davvero i “miti”, i “generosi”, le persone che svolgono un servizio con umiltà e serietà, per poi lasciare il posto ad altri. Per intenderci, sia persone note come La Pira, Gandhi, Papa Giovanni Paolo II, Papa Benedetto, Papa Francesco, Madre Teresa di Calcutta (che viene ricordata il 4 settembre), che le tante persone “oneste, miti, umili, belle e buone” che ci sono ovunque: io ne conosco tante (…e io ne ho sposato una)!

Quindi ciascuno di noi, là dove si è chiamati a vivere (famiglia, ambiente di lavoro, comunità civile e parrocchiale), che si sia accanto ad un bambino, un ammalato, un “povero” o che si sia alla “guida” di altre persone, abbia questi atteggiamenti di fondo (che portano ovviamente a scelte coerenti): mitezza, umiltà, generosità e gratuità (il Vangelo invita infatti a fare del bene soprattutto a chi, nel bisogno, non è in grado di ricambiare). Sono gli atteggiamenti, le qualità che aiutano poi a scoprire e fare emergere la bellezza, la bontà e la verità di ogni persona che s’incontra.

Ci possono aiutare a capire di più la Lectio e l’Angelus del Papa (che allego come sempre).

Per aiutarci:

- Vangelo per i bambini

- Il ponte - Simpatico video sull'importanza dell'umiltà

- La radice delle virtù: l’umiltà

- 10 atti ammirevoli ripresi a video

- La gentilezza è contagiosa

- Video bellissimo

In opposizione a quanto scritto sopra oggi ricorre un triste anniversario, dal quale tanto male è scaturito: 80 anni fa Hitler invadeva la Polonia

http://www.rainews.it/dl/rainews/media/accadde-oggi-80-anni-fa-hitler-invade-la-polonia-inizia-la-seconda-guerra-mondiale-20e78f81-af7d-4509-8d4b-764e231ed1b0.html#foto-1

Se ci pensiamo bene tutto questo orrore non è “nato per caso”: è stato preceduto da anni di lento, costante deterioramento dei valori detti sopra a svantaggio di chi era “diverso”, “scomodo”, rodendo pian piano l’anima di tante persone. A volte ho l’impressione che stiamo ricascandoci e che non abbiamo imparato nulla dalla storia!

Ma non disperiamo, come ho già scritto spesso: il bene c’è, è molto di più del male…ma non fa rumore!!!

(“fa più rumore un albero che cade, che una foresta che cresce”)

Oggi è anche la giornata mondiale di preghiera per il creato.

Per approfondire (oltre all’allegato messaggio del Papa):

  1. GENESI - IN PRINCIPIO DIO CREÒ IL CIELO E LA TERRA...

  1. CARTONE ANIMATO creazione

  2. MERAVIGLIOSO - Negramaro ( con testo)

  1. MONDO - Cremonini/Jiovannotti

  1. SALMO 8 G. Meregalli

  1. LA BELLEZZA DELLA NATURA

Questa settimana ricorderemo:

3 settembre: S. GREGORIO MAGNO http://www.santiebeati.it/dettaglio/24350 http://it.cathopedia.org/wiki/Papa_Gregorio_I

4 settembre: S. MOSE’http://www.santiebeati.it/dettaglio/69000 http://it.cathopedia.org/wiki/San_Mos%C3%A8_l%27Etiope

5 settembre: S.TERESA DI CALCUTTAhttp://www.santiebeati.it/dettaglio/90013http://it.cathopedia.org/wiki/San_Mos%C3%A8_l%27Etiope

Per saperne di più su questa grande Santa: http://biografieonline.it/biografia.htm?BioID=257http://www.vatican.va/news_services/liturgy/saints/ns_lit_doc_20031019_madre-teresa_it.html http://www.novena.it/teresa/fioretti.htm

cartone animato: https://www.youtube.com/watch?v=HXUI5yBvSdo

6 settembre: S.ZACCARIA http://www.santiebeati.it/dettaglio/76200http://it.cathopedia.org/wiki/San_Zaccaria_(padre_di_Giovanni_Battista)

Buona settimana a tutti (in particolare a noi docenti che domani riprendiamo in pieno l’attività) con l’impegno di essere semplici, accoglienti, veri, capaci di vedere intorno a noi il bello e il buono che, davvero, c’è!

Maria Olga

UMILTÀ, BASE DI TUTTO

(San Giovanni Maria Battista Vianney)

L'umiltà è per la virtù quello che la catena è per il rosario: togliete la catena e tutti i grani se ne vanno; togliete l'umiltà e tutte le virtù spariscono.

..Soltanto i poveri, cioè gli umili, vengono evangelizzati, perché solo la concavità è in grado di ricevere ciò che vi si versa, mentre il rigonfiamento, la convessità, lo respinge.Sant' Antonio di Padova

LA GIUSTIZIA

(Tonino Lasconi)

La giustizia è la volontà e la capacità di dare agli altri, a iniziare dall'altro, ciò che loro spetta. La giustizia è non pensare mai, non dire mai non fare mai: "Tutto mio!", ma: "Tutto nostro! ". La giustizia è accogliere gli altri ed essere per gli altri non come una minaccia, ma come un dono.

UMILTA’

Un giorno un principe chiamò a corte un mercante di cavalli, che portò due magnifici destrieri e li offrì in vendita. I due animali erano simili: giovani, robusti e ben fatti, ma il mercante chiedeva per uno un prezzo doppio di quello dell'altro. Il principe chiamò i suoi cortigiani e disse: "Regalerò entrambi questi magnifici puledri a colui che mi saprà spiegare perchè uno vale il doppio dell'altro". I cortigiani si fecero intorno ai due cavalli osservandoli ben bene, ma non scoprirono alcuna differenza fra i due animali che giustificasse un prezzo così diverso. "Visto che non comprendete la differenza fra i due cavalli, sarà meglio provarli, così potrete vedere più chiaramente perché hanno un valore tanto diverso l'uno dall'altro". Li fece montare da due fantini e li fece girare alcune volte intorno al cortile del palazzo. Nemmeno dopo questa prova i cortigiani riuscirono a capire la differenza di valore fra i due cavalli e allora il principe spiegò: "Avrete certamente notato che mentre correvano uno dei due non lasciava quasi traccia di polvere dietro di sé, mentre dietro all'altro la polvere si sollevava grossa come nuvole. E' per questo che il primo ha un valore doppio dell'altro, perché fa il suo dovere senza sollevare tanta polvere".

Ma nella nostra società fa carriera chi alza più polvere... E tu, quando fai il tuo dovere, alzi molta polvere?

Allegati:

- Liturgia della Parola 1.09.2019

- Giornata salvaguardia del creato

- Angelus 1.09.2019

In evidenza
Posts recenti
Il sito della diocesi
Archivio
Ricerca per Tags

 

Sito realizzato da Lavia Di Sabatino con Wix.com

 

Questo sito è sotto Licenza Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives 4.0