Buona settimana! (dal 16 al 22 aprile 2018)

Buona settimana a tutti.

Sono due le riflessioni che propongo, tratte dal Vangelo di oggi:

1. Anche questa settimana, visti gli avvenimenti internazionali, il saluto, l’augurio, il dono che Gesù rivolge apparendo dopo la Resurrezione è più che mai attuale: “pace a voi”. Come dice il Papa (allego il Regina Coeli, nel quale sottolinea anche l’importanza della corporeità) per arrivare a cambiare il mondo intero occorre partire dalla conquista della pace interiore. Mi rendo conto che il cammino è ancora molto lungo (almeno da parte mia), ma bisogna pur cominciare, guardando con occhi benevoli (che sono gli occhi misericordiosi di quel Dio che sa andare a “scovare” la bontà di ognuno, anche quando noi non crediamo sia possibile): - noi stessi (con le nostre mancanze e debolezze)

- chi vive con noi (con le proprie mancanze e debolezze)

- chi incontriamo o incontreremo nel cammino della nostra vita (anche loro con mancanze e debolezze)

- il mondo intero (con tutto il caos che lo contraddistingue)

2. l’altro aspetto è “non abbiate paura” (tale è l’atteggiamento di chi incontra il Risorto):

- paura di accettare la Resurrezione nella sua interezza (corpo e spirito),

- paura di avere fede (senza pretendere prove oggettive),

- paura di non essere perdonati (da noi stessi, dagli altri, da Dio)

- paura del domani (pensiamo alle possibili sofferenze, agli atti di violenza e di guerra di questi ultimi giorni, alle guerre che continuano da tempo e che generano sofferenza a tanti innocenti).

Ci possono essere di aiuto:

un film interessante CORAGEOUS https://gloria.tv/video/UWHoiqSYmAnH4hsZY4hTQfFsk

un canto NON DEVO PREOCCUPARMI http://www.bellanotizia.it/Materiali/Gospel/I%27m_not_gonna_worry..mp4

La pace interiore, la gioia della fede, sono testimoniate dai Santi. In questa settimana:

15 aprile SAN DAMIANO DE VEUSTER http://www.santiebeati.it/dettaglio/52750http://it.cathopedia.org/wiki/San_Damiano_de_Veuster

film MOLOKAI FILM DEL 1959 https://www.youtube.com/watch?v=Mxd1-KjrK30

16 aprile S. BERNARDETTA SOUBIROUShttps://it.lourdes-france.org/approfondire/bernardetta-soubirous http://www.santiebeati.it/dettaglio/31950http://it.cathopedia.org/wiki/Santa_Bernadette_Soubirous

Film:

1943

1988

Corpo incorrotto

La casa di Bernadette

17 aprile LUCIANO BOTOVASOA http://www.santiebeati.it/dettaglio/97527

Buona settimana con l’augurio di poter trovare la pace vera, di superare le nostre paure…e che le belle giornate arrivino davvero!!

Maria Olga

Paura e coraggio

(Giovannino Guareschi, La paura continua in Id., Mondo piccolo. Don Camillo, Milano, Rizzoli C., marzo 1948, pp. 312-313)

Era già sera tarda e don Camillo stava dandosi da fare nella chiesa deserta. Aveva rizzata una scaletta sull'ultimo gradino dell'altare. Nel legno di un braccio della croce si era aperta una crepa, lungo la venatura, e don Camillo, stuccata la crepa, stava ora tingendo con un po' di vernice il gesso bianco della stuccatura. Ad un tratto sospirò, e il Cristo gli parlò sommesso.

"Cos'hai, don Camillo? Da qualche giorno mi sembri affaticato. Ti senti poco bene? Che sia un po' d'influenza?"

"No, Gesù", confessò senza alzare la testa don Camillo. "È paura."

"Tu hai paura? E di che mai?"

"Non lo so: se sapessi di che cosa ho paura non avrei più paura" rispose don Camillo. "C'è qualcosa che non va, qualcosa sospeso nell'aria, qualcosa da cui n on posso difendermi. Venti uomini che mi aggrediscono con lo schioppo in pugno non mi fanno paura: mi seccano perché sono venti e io sono solo e senza schioppo. Se io mi trovo in mezzo al mare e non so nuotare penso: fra un minuto affogherò come un pulcino. E allora, mi dispiace molto, ma non provo paura. Quando su un pericolo si può ragionare non si prova paura. La paura è per i pericoli che si sentono ma non si conoscono. È come se camminassi a occhi bendati su una strada sconosciuta. Brutta faccenda."

"Non hai più fede nel tuo Dio, don Camillo?"

"Da mihi animam, caetera tolle. L'anima è di Dio, i corpi sono della terra. La fede è grande, ma questa è una paura fisica. La mia fede può essere immensa, ma se sto dieci giorni senza bere, ho sete. La fede consiste nel sopportare questa sete accettandola a cuore sereno come una prova impostaci da Dio. Gesù, io sono pronto a sopportare mille paure come questa per amor vostro. Però ho paura."

Il Cristo sorrise.

"Mi disprezzate?"

"No, don Camillo, se tu non avessi paura, che valore avrebbe il tuo coraggio?"

Gesù è vicino a voi

(Madre Teresa di Calcutta)

Non cercate Gesù in terre lontane: lui non è là. E' vicino a voi. E' con voi. Basta che teniate il lume acceso e lo vedrete sempre. Continuate a riempire il lume con piccole gocce d'amore.

Per cambiare il mondo

(Bayazid)

Quand'ero giovane ero un rivoluzionario e tutte le mie preghiere erano: "Signore, dammi la forza di cambiare il mondo!". Verso la mezza età, modificai la mia preghiera: "Signore, dammi la grazia di cambiare tutti quelli che vengono in contatto con me. Anche solo la mia famiglia e i miei amici e sarò contento". Ora, avanti negli anni, costatando che la vita passa senza poter cambiare nulla, prego: "Signore, fa' che cambi me stesso!". Avessi sempre e soltanto pregato così! Se avessi sempre pregato così, avrei cambiato il mondo.

In evidenza
Posts recenti
Il sito della diocesi
Archivio
Ricerca per Tags

 

Sito realizzato da Lavia Di Sabatino con Wix.com

 

Questo sito è sotto Licenza Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives 4.0